venerdì 20 novembre 2015

La vergine di ferro - II, 10

Parte II: Il Cigno Bianco e il Cigno Nero



10.



Isabella non rallentò la corsa, finché non ebbe raggiunto il portoncino della palazzina liberty in via Mazzini. Schiacciò uno dei pulsanti in ottone – quello contrassegnato col nome di Dott. Michele Ario, psicologo. Le rispose la voce della domestica: «Chi è?»
            «Sono… sono Isabella Merini… una delle ragazze del corso di mnemotecnica» rispose lei, trafelata. «Posso… posso parlare col dottore? Si tratta di… di sua nipote».
Il citofono tacque per qualche attimo. «Aspetti, signorina» si risolse poi la fantesca.
Dopo alcuni minuti, a Isabella fu concesso l’ingresso.

[Fine seconda parte]




Pubblicato su Uqbar Love, N. 159 (19 novembre 2015), p. 25.

Nessun commento:

Posta un commento

Si avvisano i gentili lettori che (come è ovvio) non verranno approvati commenti scurrili, offese dirette, incitazioni all'odio di qualunque tipo, messaggi che violino la privacy o ledano l'onore di terzi. Si prega di considerare questo blog come uno spazio di confronto, così come è stato fatto finora, e non come uno "sfogatoio". Ci scusiamo per eventuali ritardi nella pubblicazione dei commenti: cause (tecnologiche) di forza maggiore. Grazie.