giovedì 8 marzo 2012

Sul buon uso del fango


“Insomma, nei nostri ambienti non dispiacerebbe che una persona già squalificata da tempo, […] platealmente voltagabbana, iniziasse una serie di libelli diffamatori contro di noi. […] Accusate un uomo di omicidio e potreste essere creduto, accusatelo di mangiare bambini a pranzo e cena come Gilles de Rais e nessuno vi prenderà sul serio. […] Ebbene sì, abbiamo bisogno di persone che ci seppelliscano nel fango.”




Da: Umberto Eco, Il cimitero di Praga, (“Vintage”), 2011, Milano, Bompiani

Nessun commento:

Posta un commento

Si avvisano i gentili lettori che (come è ovvio) non verranno approvati commenti scurrili, offese dirette, incitazioni all'odio di qualunque tipo, messaggi che violino la privacy o ledano l'onore di terzi. Si prega di considerare questo blog come uno spazio di confronto, così come è stato fatto finora, e non come uno "sfogatoio". Ci scusiamo per eventuali ritardi nella pubblicazione dei commenti: cause (tecnologiche) di forza maggiore. Grazie.