venerdì 11 novembre 2016

Katia Marenda, un inizio in bellezza

A meno di non credere nella mitologia del “choosy”, è facile accorgersi che non corrono tempi buoni per i giovani che cercano il proprio posto nel mondo del lavoro. Ma questo non significa che si siano scoraggiati. 

            Il 23 ottobre 2016, si è tenuta l’inaugurazione dell’ “Estetique”, il centro estetico aperto a Manerbio da Katia Marenda, classe 1989. Una festa partecipata, con un ottimo buffet e una scelta di vini a opera del padre della ragazza, mentre la madre l’aiutava ad accogliere i numerosi partecipanti.
Katia, manerbiese, ha studiato presso il liceo artistico “B. Munari” di Crema - Cremona, scegliendo Grafica come indirizzo. Ha poi optato per un’istruzione da estetista, tramite un corso serale al Centro Formativo Provinciale “G. Zanardelli” di Brescia, specializzandosi per poter essere titolare di un’attività in proprio. Ha però dovuto lavorare come dipendente presso diversi centri estetici di Brescia e dintorni, prima di coronare il suo sogno. Si è aperta uno spazio in affitto nello stesso edificio che ospita “Moda Capelli”: piccolo, ma tutto suo.
            Da sola, si occupa di servizi di epilazione, manicure e pedicure, abbronzatura artificiale, trattamenti viso e corpo, trucco (anche per il giorno delle nozze). Un accenno di cromoterapia è costituito dalla lampada colorata nella penombra della sala massaggi. Katia propone anche la pressoterapia, che combatte la rottura dei capillari, la cellulite e la ritenzione idrica.

 La sua formazione artistica è tutt’altro che scomparsa. Si ritrova nei quadri dai toni floreali, nei petali di stoffa che adornano i mobili, nei profumi, nelle candele e nella musica di sottofondo. Katia ha pensato il proprio lavoro come modo per combattere lo stress e trovare un angolo di familiarità. Per ora, il sentimento è di soddisfazione e di entusiasmo. Con la cultura non si mangia (disse qualcuno che non merita di vedersi fatta pubblicità). Ma con l’arte della cura psicofisica forse sì.

Nessun commento:

Posta un commento

Si avvisano i gentili lettori che (come è ovvio) non verranno approvati commenti scurrili, offese dirette, incitazioni all'odio di qualunque tipo, messaggi che violino la privacy o ledano l'onore di terzi. Si prega di considerare questo blog come uno spazio di confronto, così come è stato fatto finora, e non come uno "sfogatoio". Ci scusiamo per eventuali ritardi nella pubblicazione dei commenti: cause (tecnologiche) di forza maggiore. Grazie.